A

Alluminio anodizzato

Ossidazione artificialmente indotta della superficie dell'alluminio con un processo elettrochimico. Garantisce una maggiore durezza e migliori prestazioni.

Antiaderente

Una superficie antiaderente non viene bagnata da materiali contenenti fluidi quali oli, grassi o acqua. Questo impedisce l'aderenza del cibo durante la cottura al forno, sui fornelli e facilita la pulizia.

B

BfR Bundesinstitut für Risikobewertung (precedentemente BGA)

Autorità di tutela del consumatore tedesca. Tratta fra l’altro questioni legate alla sicurezza dei materiali destinati a venire a contatto con alimenti tramite i codici noti come  LFGB e Direttiva LI.

C

Coil-Coating

Rivestimento di alluminio, acciaio o acciaio inossidabile, principalmente per la produzione di articoli da forno. Le bobine vengono srotolate, pretrattate, rivestite, cotte e riavvolte. Dalle strisce o dai fogli vengono ricavati dei dischi o altre forme, successivamente pressati nella forma definitiva.

D

Direttiva LI

Apparato normativo dell’autorità pubblica tedesca BfR che definisce un elenco positivo di materiali di partenza autorizzati per la fabbricazione di oggetti idonei al contatto con alimenti ad elevate temperature (max 250 °C per il pentolame e 180 °C per gli articoli da forno) e stabilisce criteri di analisi, valori limite, ecc. per la conformità ai requisiti LFGB.

E

Easy-to-clean

Proprietà delle superfici che possono essere facilmente pulite, ma che non raggiungono le prestazioni antiaderenti dei rivestimenti interni a base di PTFE. Utile principalmente per i rivestimenti decorativi applicati all’esterno delle pentole.

ECCS / TFS

Acciaio cromato/acciaio senza stagno: substrati preferiti per applicazioni di rivestimento ad alta temperatura su bobine.

F

FDA Food and Drug Administration (USA)

Autorità americana che, a differenza di BfR, non stabilisce normative specifiche per il contatto diretto ad alte temperature degli utensili da cucina con gli alimenti. Sotto l’insieme di paragrafi noti come 21CFR175.300, FDA elenca i materiali di partenza utilizzabili affinchè sia garantita idoneità al contatto alimentare dei rivestimenti. I materiali di partenza ammessi sono elencati in diversi paragrafi del 21CFR. Non esiste un'approvazione FDA per i materiali di partenza in applicazioni antiaderenti soggette ad utilizzo a temperature elevate. Gli oggetti sottoposti a temperature elevate (cottura su fiamma o al forno) non sono regolamentati direttamente da FDA. Esiste solo un elenco di materiali detti GRAS, "generally recognized as safe" (generalmente riconosciuto come sicuro).

FEP, copolimeri etilene-propilene fluorurati

Fluoropolimeri lavorabili per fusione aventi una resistenza alle temperature limitata. La temperatura di utilizzo consentita è soggetta a limitazioni ove previsto contatto con gli alimenti spesso utilizzati per articoli da cottura a forno.

Fritta

Rivestimento di smalto porcellanato inorganico, particolarmente utilizzato per il pentolame in acciaio.

L

LFGB (precedentemente LMBG Lebensmittel-, Bedarfsgegenstände- und Futtermittelgesetzbuch)

Codice normativo tedesco che regolamenta la sicurezza di alimenti per il consumo umano, beni di consumo e alimenti per animali. Sotto l’§30 stabilisce che gli articoli per la casa non devono presentare rischi per il consumatore.

LGA QualiTest GmbH

Istituto di analisi indipendente tedesco attivo nel campo della verifica e la certificazione della qualità e della sicurezza degli articoli per uso domestico. I rivestimenti GREBLON® sono certificati da LGA.

P

PFA, Perfluoroalcossi copolimeri

Fluoropolimeri termoplastici lavorabili per fusione che migliorano la resistenza alla corrosione delle superfici antiaderenti. La loro resistenza alla temperatura è limitata. La temperatura di utilizzo consentita è soggetta a limitazioni ove previsto contatto con gli alimenti.

PFOA, Acido perfluoroottanoico

Emulsionante utilizzato per la polimerizzazione dei fluoropolimeri caratterizzato da elevata persistenza nell'ambiente e in alcuni organi dei mammiferi (bioaccumulabilità). I rivestimenti antiaderenti GREBLON® non contengono PFOA.

PTFE Politetrafluoroetilene

Polimero termoplastico, non lavorabile per fusione, con straordinaria resistenza chimica e stabilità termica. Componente principale di quasi tutti i rivestimenti antiaderenti. La resistenza alla temperatura è comunque limitata a 250 °C per il contatto con gli alimenti.

R

Regolamento CE 1935/2004

Riguardante i materiali e gli oggetti destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari. (sostituisce i regolamenti 80/590/EC e 89/109 EC abrogati).

Resistenza all'abrasione

Resistenza di una superficie alla usura valutata attraverso test di sfregamento con diversi mezzi abrasivi.

Rivestimento a rullo

I dischi di alluminio sono rivestiti passando attraverso una serie di stazioni di applicazione a rullo. Dopo la cottura i dischi rivestiti vengono pressati o sottoposti a imbutitura per ottenere la forma definitiva.

Rivestimento al plasma

Strato ceramico estremamente duro talvolta applicato all'alluminio pressofuso.

Rivestimento antiaderente (GREBLON®)

Rivestimento in uno o più strati che migliora molte proprietà della superficie. È composto da una o più resine leganti, agenti distaccanti (PTFE, Silicone), pigmenti e particelle rinforzanti.

Rivestimento con velatrice

I dischi di alluminio vengono pre-rivestiti facendoli traslare sotto uno o più veli di vernice liquida. Dopo la cottura i dischi rivestiti vengono sottoposti a imbutitura (pressati) per ottenere la forma definitiva.

S

Stiftung Warentest

STIFTUNG WARENTEST è un'organizzazione che si occupa di analisi dei beni di consumo. Fondata nel 1964 dal Governo tedesco, commissiona ad istituti indipendenti di analisi l'ispezione di prodotti e servizi secondo standard scientifici.

T

Tecnica Sol Gel

Processo chimico per la produzione di rivestimenti ceramici a partire da preparati in forma fluida. Viene impiegato un sol (soluzione colloidale) a base di composti organo-metallici che creano un gel tridimensionale. Lo strato ceramico viene quindi sinterizzato con un processo di cottura a temperature tipicamente moderate.

TFE Tetrafluoroetene

Monomero utilizzato per la produzione di fluoropolimeri.

THIRDCOLUM