TECNOLOGIA DI APPLICAZIONE

Il processo di applicazione ha un impatto diretto sull'aspetto e sui costi di produzione dei materiali, oltre che sulle prestazioni a lungo termine dell'utensile da cucina rivestito.

Un requisito fondamentale per tutti i processi di rivestimento è il pretrattamento accurato del substrato. Sabbiatura e sgrassaggio con preparati non corrosivi, decappaggio, lappatura, irruvidimento per spazzolatura o conversione chimica sono alcuni dei processi più comuni. Successivamente viene applicato il materiale di rivestimento e segue infine la cottura a temperature comprese tra 200 e 420 °C. Qui di seguito tecnologie di applicazione attualmente in uso:

Rivestimento a spruzzo

È una tecnologia di applicazione praticamente universale, che garantisce una superficie perfetta su tutti i tipi di substrato. Vengono applicati 2-4 strati, per uno spessore complessivo del rivestimento fino a 50 μm. Particolari tipi di materiale di rivestimento consentono anche l'applicazione di un singolo strato.
In generale: idoneo per tutti i livelli qualitativi, in particolare per pentolame di prima qualità o professionale.

Rivestimento a rullo

Metodo economico di applicazione di un singolo strato o di un rivestimento multistrato su dischi
("pre-rivestimento"). Un rullo trasferisce il rivestimento sulla superficie del disco conferendo alla stessa un aspetto finemente ondulato. Lo spessore dopo l'essiccazione è compreso tra 12 e 25 μm.
Poiché il disco viene post-formato solo dopo la applicazione del rivestimento e la sua essiccazione, lo spessore massimo del substrato è limitato a circa 3 mm.
In generale: processo tendenzialmente economico preferibile per articoli economici e di media qualità.

Rivestimento a velatrice

Metodo economico di applicazione di un singolo strato o rivestimento multistrato su dischi
("pre-rivestimento"). I dischi attraversano un velo di vernice in forma liquida tramite l'ausilio di un nastro trasportatore; il procedimento è simile all'applicazione a rullo, ma la superficie risulta perfettamente liscia.
Anche lo spessore dopo l'essiccazione è analogo a quello risultante dal rivestimento a rullo.
In generale: processo tendenzialmente economico preferibile per articoli economici e di media qualità.

Rivestimento di bobine (coil-coating)

È un altro processo di "pre-rivestimento", comunemente utilizzato per produrre grandi volumi di pentole. Grandi bobine di acciaio dolce, acciaio inossidabile (ECCS/TFS) o alluminio vengono rivestite da un rullo applicatore inverso che crea un film di aspetto liscio ed esteticamente attraente.
Le bobine rivestite vengono quindi consegnate al produttore di pentole che provvede alla tranciatura in pezzi da pressare nella forma definitiva.
Sono tipicamente applicati uno o due strati, con uno spessore dopo l'essiccazione compreso tra 10 e 20 μm. Come per tutti i processi di "pre-rivestimento", lo spessore del metallo è limitato (< 2 mm).
In generale: processo mediamente economico, idoneo alla creazione di articoli da forno.

Sfondo

Vedi come i rivestimenti GREBLON formano un quadro d'insieme facilmente comprensibile.

THIRDCOLUM